contro il carcere e la repressione

Comunicati Stampa

  • Presentazione de Le Cayenne italiane di Pasquale de Feo a Cosenza
    Leggi »
  • SULLA MORTE DI ANTONIO VERDE
    Leggi »
  • Sopravvitto o sovraprezzo? Il business nascosto
    Leggi »
  • SOLIDARIETA' AI DETENUTI DI SIANO: SI ALLE LORO RICHIESTE PER GARANTIRE L'EFFETTIVITA' DEL DIRITTO ALLA SALUTE
    Leggi »
  • SULLA DICREZIONALITA' DELLA MAGISTRATURA DI SORVEGLIANZA
    Leggi »
  • Detenuti in sciopero contro l'ergastolo ostativo
    Leggi »
  • Ancora malasanit nel carcere di Siano
    Leggi »
  • Dieni M5S Si consenta alla famiglia di assistere il parente terminale
    Leggi »
  • QUEL BATTERIO HA COLPITO ANCHE ME. CURARSI IN CARCERE E' IMPOSSIBILE!
    Leggi »
  • DIENI M5S Le istituzioni verifichino il rischio epidemia nel carcere di Catanzaro
    Leggi »
  • RISCHIO EPIDEMIA DA "CLOSTRIDIUM DIFFICILE" NEL CARCERE DI SIANO DOPO LA MORTE DI MICHELE ROTELLA
    Leggi »
  • Agli imbrattamenti seguono le minacce
    Leggi »

  • Leggi »

  • Leggi »
  • Alfano e Maroni: "Riapriremo Pianosa e l'Asinara"
    Leggi »

  • Leggi »
  • E' uscito il nuovo libro di Carmelo Musumeci, L'assassino dei sogni
    Leggi »
  • Si suicida in carcere Diana Blefari
    Leggi »
  • Ergastolano si suicida nel carcere di via Burla
    Leggi »

  • Leggi »
  • Lettera dal carcere di Asti
    Leggi »

  • Leggi »

  • Leggi »
  • ExKarcere ri-occupa
    Leggi »
  • comunicato post-corteo: 19 settembre corteo per non dimenticare Abba e fermare il razzismo
    Leggi »
  • Palermo ha un nuovo ExKarcere!!
    Leggi »
  • APPELLO PERUN MESE DI INIZIATIVE diffuse per affermare in tutti i nostri territori ORA BASTA, RAZZISMO STOP
    Leggi »
  • NOI NON PAGHIAMO IL PIZZO, NOI LOTTIAMO!
    Leggi »
  • In una lettera il dramma di un detenuto "Sono dimagrito troppo, sto muorendo"
    Leggi »
  • PRIMA CHE SIA TROPPO TARDI-comunicato dell'associazione Papillon Rebibbia
    Leggi »
  • Contro lo sgombero dell'ExKarcere!!!
    Leggi »
  • Sulla manifestazione noponte dell'8 agosto
    Leggi »
  • BRUNO BELLOMONTE LIBERO, LIBERI TUTTI!
    Leggi »
  • la lega fa scuola in calabria...ma al pd
    Leggi »
  • lettera aperta indirizzata ai mezzi di informazione ed ai membri del parlamento
    Leggi »
  • nel carcere di siano
    Leggi »
  • l'ergastolo, il carcere e la speranza
    Leggi »
  • Una giornata nel girone di Siano
    Leggi »
  • dal diario di Carmelo Musumeci
    Leggi »
  • Carenze e attuazione del Dpr 230/2000 nella Casa Circondariale di Palmi (RC)
    Leggi »
  • NON LASCIAMOLI SOLI
    Leggi »
  • Caruso contro ergastolo sciopero fame in 50 istituti
    Leggi »

  • Leggi »

  • Leggi »
  • Nuova visita di Caruso al carcere di RC
    Leggi »
  • FIGLI DI UN DIO MINORE
    Leggi »

  • Leggi »

Notizie

03-03-2016
Le istituzioni verifichino il rischio epidemia nel carcere di Catanzaro
Leggi »

29-02-2016
Catanzaro: a 75 anni muore in carcere per un'infezione, aperta inchiesta
Rotella infatti il 27 gennaio era stato trasferito dal carcere di Gazzi alla Casa circondariale di Catanzaro. Nel carcere calabrese, secondo le poche informazioni acquisite dai familiari, da circa una settimana aveva accusato sintomi da enterite, ma il quadro clinico, evidentemente sottovalutato si era rapidamente aggravato fino al ricovero in terapia intensiva. Il certificato di ricovero ottenuto dai familiari reca la data del 23 febbraio ed una diagnosi di ingresso di paziente in stato di shock multiorgano, con enterite da clostridium difficilis ed una prognosi di imminente pericolo di vita. Leggi »

16-04-2010
Milano, chiesti 27 anni di carcere per il comandante ROS Ganzer
Leggi »

14-10-2009
Rubati i computer degli avvocati degli indipendentisti sassaresi
Leggi »

22-09-2009
Operazione Rewind
Arresti Rewind Torino, allegerite misure cautelari Leggi »

Leggi tutte le notizie »

Comunicato stampa: comunicato post-corteo: 19 settembre corteo per non dimenticare Abba e fermare il razzismo

Abba vive! Razzismo Stop! 10mila in corteo a Milano


Oggi diecimila persone nel cuore di questa città, in tante e tanti, assieme a centri sociali, collettivi, associazioni, comunità migranti, per non dimenticare Abba e fermare il razzismo, per nulla rassegnati al clima di paura e intolleranza che si respira nelle nostre città.

Per non dimenticare Abba: non potevamo accettarlo un anno fa e non lo possiamo accettare adesso, e come allora esigiamo "che non accada mai più!!!"

Tanti i messaggi e gli interventi nel corteo: non siamo disposti a subire i provvedimenti liberticidi promossi da una destra populista che alimenta la paura del diverso a suon di decreti xenofobi, dal pacchetto sicurezza, alle ronde, che crea nemici comuni per scaricare la cronica mancanza di diritti, che osanna i CIE, nuovi lager contemporanei.

"Not in my name", abbiamo scritto di nuovo, per non essere complici di una guerra infinita,di bombe al fosforo e retorica della democrazia, di questa guerra di civiltà che si combatte ad alta e bassa intensità, fino ad arrivare ai nostri territori dove si alimenta l'odio per le differenze, dove i provvedimenti securitari contro i migranti e la libertà di genere si susseguono, dove troppo spesso assistiamo alla tragedia dei respingimenti per difendere la Fortezza Europa.

Tanti i messaggi nel corteo, a partire dallo striscione di testa "Abba vive, razzismo stop, la paura genera mostri, la vostra sicurezza uccide la libertà di tutti", agli stendardi "Guerra e paura not in my name" a "We have a dream, liber* di scegliere, liber* di vivere". Allo striscione dello spezzone del CS Cantiere "La libertà cosa pensi che sia? Respingiamo razzisti in doppiopetto, guerrafondai, camicie verdi e nere".

Oggi in piazza anche il mondo della scuola, dagli studenti, ai precari, ai genitori, per dire basta ai tagli alla formazione, a un sapere per nulla di qualità che favorisce l'ignoranza, e l'ignoranza genera paura e non comprensione di un mondo meticcio e globalizzato.

In testa a questo spezzone il liceo Gandhi, impegnato nella lotta contro i tagli e la chiusura delle scuole civiche e serali. Assieme a loro gli studenti del Coordinamento dei Collettivi Studenteschi di Milano e Provincia con lo striscione "L'ignoranza uccide. Una scuola pubblica di qualità per un futuro libero dal razzismo", Retescuole e i comitati dei docenti precari.

L'appello del mondo della scuola:

Quando il corteo è arrivato in Piazza Fontana, presidiata da un assurdo ed ingente schieramento di forze dell'ordine, un centinaio di persone si è materializzato in Piazzale Marino, con lo striscione "Contro ogni razzismo e fascismo, Dax e Abba nel cuore", nonostante il divieto della questura di raggiungere il comune di Milano, luogo simbolo delle politiche securitarie e razziste, per poi ricongiungersi al corteo che li ha accolti calorosamente.

Oggi in piazza c'era la Milano che ama la libertà, quella che non si rassegna, che non vuole e non può girarsi dall'altra parte rispetto alle barbarie del nostro presente, quella che continuerà a mobilitarsi in questo mese di iniziative contro il razzismo, che riempirà gli spazi sociali, le strade di questa città con tantissimi eventi contro la xenofobia e per non dimenticare Abba.

vedi: www.ilcantiere.org

 

 

(Pubblicato il 22-09-2009)